Carnevale in musica

indexCarnevale in musica

Lo spirito di carnevale e sicuramente lo scherzo, le gag, il divertimento.

La musica può far divertire, ridere, scherzare?

Risposta si, si e ancora si.

Nella mia lunga carriera di musicista o fatto esperienza di situazioni in cui dal ridere mi sono messo a “piangere” intendo che le lacrime scorrevano incontenibili.

Ricordo che durante un concerto, mentre suonavo il tamburo, mi accorgo che questi si abbassava lentamente e anch’io, per riuscire a suonare, mi abbassavo di conseguenza…il supporto era un po’ lento.

In queste occasioni, chi suona è in preda al terrore, mentre i colleghi che si accorgono di quanto accade, di solito piangono dalle risate.

Un’altra volta ricordo di un mio collega che “insegui” le campane per continuare a suonare perché queste incominciarono a scivolare…in questo caso la colpa era del palcoscenico un po’ in pendenza e la dimenticanza di inserire i relativi fermi per non farli muovere.

Un’altra volta ancora sono caduto all’indietro, sembrava una gag in realtà ero caduto per davvero.

Oltre a queste situazioni ovviamente ci sono le note sbagliate malamente, gli scrocchi e, di solito chi sbaglia è incavolato nero mentre chi ascolta non può fare a meno di ridere ma, non è mancanza di rispetto è solo la situazione un po’ come scivolare su una buccia di banana.

Oltre a questi momenti di occasionale ilarità la musica si presta a realizzare gag o momenti di ilarità preconfezionati, alcuni prestigiosi musicisti si sono specializzati a far ridere con la musica.

Ecco i nomi di alcuni di loro tra i più prestigiosi: Victor Borge, I Pagagnini, Ara Malikian, Group Mozart, Aleksey Igudesman.

Ecco alcuni video tratti a youtube:

 

 

Ti potrebbe interessare: umorismo in musica

cappello

12 pensieri su “Carnevale in musica

  1. gloria

    non ho mai visto delle situazioni così ridicole (nel senso buono) che fa ridere anche se non vuoi, veramente fa bene per scaricare qualunque tensiona uno abbia. Bravi!!! grazie!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *