Quando nasce una mamma

http://www.dreamstime.com/stock-photo-happy-pregnant-mom-image14758150

 

 

 

Un filo rosso lega gli articoli pubblicati da Samantha Carella, con quest’articolo condivide con noi la gioia più grande: diventare mamma! Lo fa’ secondo il suo stile, non nascondendo niente delle sue emozioni e riflessioni.

🙂

Quando nasce una mamma

“Signora lo vede???

…quello è il cuore del suo bambino, che ha appena cominciato a battere”

Mi chiedo, esistono parole più belle e dense di amore?

Per alcuni sicuramente sì, ma quando una donna attendeva da tanto tempo di sentirle e assaporarle, allora, sfido a trovare parole più significative di queste.

Tagore scrisse…

“Da dove sono venuto? Dove mi hai raccolto?”

Chiese il bambino a sua madre…

“Tu eri in tutte le mie speranze, in tutto il mio amore… piccino mio, caro gemello di una luce mattutina, tu hai vagato seguendo la corrente della vita del mondo finché ti sei arenato nel mio cuore”

Forse sono gli ormoni che parlano per me, ma sono in una condizione di felicità mai vissuta prima; non che non fossi serena ma ho sempre avuto questo desiderio e nel momento in cui ho conosciuto mio marito, sapevo che lui sarebbe stato il padre dei miei figli, in quanto “giusta immagine del mio desiderio” (Lancan).
Ovviamente, accanto l’immensa gioia di una mamma appena nata, subentrano le mille ansie e i mille dubbi di un genitore.
Credo che l’amore materno e la sua ambivalenza vadano di pari passo.

images

Nel precedente articolo ho scritto dell’importanza della famiglia e sulle difficoltà che una coppia può incontrare lungo il suo cammino…ora non mi voglio ripetere, ma i figli sono una sfida mica male, vero?

Sono consapevole che insieme riusciremo e falliremo… so che non sarà facile, però so con certezza che non ringrazieremo mai abbastanza per questo momento magico che stiamo vivendo.

Mia mamma mi ha detto che loro sono stati fortunati con me e mia sorella, non hanno mai avuto grandi problemi, però loro non sono stati perfetti, come non lo siamo diventate noi… Parole che possono essere interpretate male, ma che mi hanno fatto aprire gli occhi.

E’ inutile cercare la perfezione nell’essere genitore, anche perché sarebbe inutile, meglio sapersi godere i piccoli grandi momenti insieme…

Credo che le parole di Piero Angela e Lorenzo Pinna siano alquanto eloquenti, riguardo al fare i figli e ai “sacrifici” che comportano”.

“Quando sono piccoli, sono una continua scoperta, via via che i loro occhi e la loro mente si aprono alla vita.

Dipendono completamente da noi, e ci rendiamo conto che solo le nostre cure permettono
loro di vivere, di esprimersi e di svilupparsi.

Man mano che crescono rappresentano un susseguirsi di gioie, di ansie, di soddisfazioni, di preoccupazioni, di momenti felici.

I sacrifici fatti per loro non hanno peso. Qualunque genitore queste cose le sanno benissimo. Soprattutto le madri”

images 1

A monte resta comunque per gli adulti la responsabilità del dare origine ad una nuova vita.
Il concepimento voluto, desiderato é il primo atto d’amore verso il bambino, é l’inizio di una relazione d’amore unica nel suo genere.

Quindi noi, possiamo dire che le basi le abbiamo messe poi il resto si vedrà.

Rimane un dato certo che questo bambino crescerà in una famiglia che lo stimolerà fin dalla culla ad amare e apprezzare, le fiabe, la musica e il teatro. Qui non ci piove!

“I bambini sono esseri umani ai quali si deve rispetto, superiori a noi a motivo della loro innocenza e delle maggiori possibilità del loro futuro”

“Una prova della correttezza del nostro agire educativo è la felicità del bambino”

M. Montessori

Samantha, una mamma appena nata

 

 

 

9 pensieri su “Quando nasce una mamma

  1. Anna

    Sono una nonna e sono stata una mamma per due volte. La sensazione che ho provato quando ho saputo di aspettare sia Marco , il primogenito, che Silvia è stat a commovente entrambe le volte anche se, prima di Silvia, avevo già vissuto l’esperienza di essere madre. Oltre la felicità immensa che ho provato entrambe le volte, il dubbio di sbagliare c’è stato sempre. Si spera sempre che l’amore e il buon senso vengano in nostro aiuto.
    Ora che i figli sono grandi, i problemi non sono scomparsi, come si potrebbe credere, sono diversi e forse un tantino più difficili da rislvere. Però la situazione è cambiata: si può parlare coi figli, ragionare e dunque un genitore è avvantaggiato in quanto non decide solo lui, ma può contare sull’aiuto dei figli, che collaborando con te, ti sollevano da una parte di responsabilità. Spero di essere stata chiara nell’esporre il mio pensiero… Baci a tutti.

    Rispondi
    1. Samantha

      Grazie Anna per aver condiviso la tua esperienza di mamma e di nonna.

      Confido molto nelle tue parole “si spera sempre che l’amore e il buon senso vengano in nostro aiuto” … allora la paura di sbagliare non pervade solo la mia mente??!!!

      Sarà divertente vedere come vestiro’ i panni di madre…io che ho dato e continuo a dare consigli ai genitori, mi troverò a dirmi da sola (e mi vedo già!)
      “Samantha fai così oppure non fare così”.

      Speriamo davvero che il buon senso non mi abbandoni!!!!

      Bacione Anna

      Rispondi
  2. Pat

    Sentirai Samantha che note musicali arriveranno al tuo orecchio quando con urla e giugolii farà sentire la sua presenza.!!
    Scherzi a parte, la cosa più bella è che crescerai con lui/lei modificando le tue spettative e il tuo modo di vivere con una gioia immensa. Sentirai il suo odore profumato come un delicato fiore sa dare, con sgargianti sfumature e grandi speranze.
    Ah ! AUGURI MAMMA..
    Pat

    Rispondi
    1. Samantha

      Però se mi scrivi queste cose, io piango…c’è poco da fare gli ormoni divampano!!! Mamma mia non vedo l’ora…pronta a farmi travolgere da questa bellissima esperienza!!!!

      Quando lavoravo al nido e mi coccolavo i pupetti presenti era una gioia immensa…figurati quando avrò lui/lei tra le mie braccia. Amore allo stato puro♡♡♡

      Grazie Pat.

      Rispondi
  3. Maria Bonaria Fanunza

    LA MIA PRIMA ESPERIENZA DI MADRE SVANITA NEL TEMPO DI TRE MESI. PERSI LA MIA BAMBINA CHE ASPETTAVIO CON TANTA ANSIA E LA DOLCEZZA DELL’ANIMA MIA ERA AL COLMO DELLA FELICITA’ MA HAIME! NON ERA DESTINO CHE QUELLA CREATURA VENISSE AL MONDO; ED ERO TANTO DISPERATA CHE PENSAVO CHE NON NE AVREI MAI PIU’ AVUTO UN’ALTRA. I MEDICI DISSERO DI ASPETTARE ALMENO UN ANNO, MA ERO TANTO ANSIOSA CHE NON ASPETTAI CHE POCHI MESI. ED ERO DI NUOVO IN ATTESA DI UN ALTRO BIMBO. MA TRASCORSI PIU’ DI UN MES A LETTO, PER PAURA DI PEDERE ANCHE QEST’ALTRO: RIMASI IN CLINICA SEMPRE A LETTO, NON MI FACEVANO SCENDERE NERANCHE PER UN ATTIMO, MA IL MIO SACRIFICIO VENNE RIPAGATO ED A DICEMBRE NAQUE UN MASCHIETTO DI 4 E MEZZO L’EMOZINE NON RIUSCIVO A CONTENERLA, E’ RINGRAZIANDO DIO. OGNI FIGLIO CHE SI METTE AL MONDO. NON PENSAVO NEPPURE LONTANAMENTE AL SENO CHE INGROSSAVA. LA PANCIA CHE DIVENTAVA VOLUMINOSA, LE GAMBE INTORPIDITE, LA SCHIENA INDOLENZITA. L’AVERE IL MI FRUGOLINO TRA LE BRACCIA ERA LA RICOMPENSA DI TUTTO IL MIO AMORE, PER OGNI ATTIMO DI FELICITA’ CHE UN BAMBINO TI PUO” DONARE, E’ L’AMORE DI UNA MADRE SOLO PUO’ PROVARE. HO DUE FIGLI MASCHI SONO BUONI E LABORIOSI, GLI AMO SEMPRE DA MORIRE, E NE SONO RICAMIATA ALTAMENTE, GRAZIE A DIO ED ALLA SA TISSIMA MADRE SUA E MADRE MIA…Maria Bonaria Fanunza.

    Rispondi
    1. admin Autore articolo

      la bontà e l’amore per i propri figli viene sempre ricambiato… grazie per la tua condivisione.
      Un abbraccio fraterno

      Rispondi
  4. Pat

    ‘ LETTERA DI UN BAMBINO CHE STA VOLANDO SULLA TERRA ‘

    Sono molto emozionato, il mio cuoricino ogni giorno cresce un millimetro.
    Mammina, quando potrò farmi abbracciare, sappi che ho scelto io di nascere in te, per poter vivere insieme quest ‘avventura.
    Una parte di esistenza che ci verrà donata e che apprezzeremo tutte e due con amore.
    Sto per arrivare, contiamo insieme i giorni ! UNO.. DUE.. TRE……….
    ( . TUO FIGLIO . )

    Pat

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *