A lezione da Tiziano

Non sto’ parlando di Tiziano il grande pittore.

Parlo di Tiziano, un bambini di soli due anni, mi saluta in modo speciale, forse… lo fanno tutti i bambini. 🙂

Mi saluta semplicemente chiamandomi per nome: Giovanni.

Dice  il mio nome e contemporaneamente guarda tutte le persone che ci sono in giro, facendomi diventare al centro dell’attenzione di tutti e… come se mi presentasse a tutti. 😉

Quando pronuncia il mio nome, sembra che le lettere esplodano nella sua bocca ed io sono costretto a replicare con la stessa forza: TIZIANO.

Il bello è che questo atteggiamento, non è solo nei miei confronti, lo fa’ con tutte le persone con cui ha un qualche rapporto, dimostra una  tale gioia nell’incontrare le persone,  che si rimane di sasso.

L’effetto straordinariamente contagioso  è che tutti diventiamo in quel momento “Tiziano” e comunichiamo la nostra gioia nell’incontrare gli altri senza nessuna remora e senza veli: eccoci  qua ci siamo incontrati.

Questo è il saluto di Tiziano, impariamo da lui.

Con la stessa gioia TI saluto e TI  incontro,  per un nuovo anno di attività de: la favola vagante.

Giovanni

25 pensieri su “A lezione da Tiziano

  1. Maria Bonaria Fanunza

    Carissimo Favolista, fratello nel Signore, Ti ringrazio tanto per il racconto, del saluto di Tiziano.
    Dovremmo tutti essere così Ingenuamente solidali ed amorevoli, ma non solo con chi ci interessa a noi, ma con tuti gli uomini del mondo, nostri fratelli in Cristo Nostro Signore.
    Quante cose dovremmo imparare da loro: Prima di tutto la semplicità, poi l’umltà, la generodità. la sensibilità, l’Amore smisurato per tutti.
    IL mondo sarebbe più piulito, più buono, più bello, più aperto ad ogni bisogno altrui.
    Seguiamo l’esempio di Tiziano, e di tutti i bambin del mondo, che con la loro innocenza conquistano i cuori di tutti noi.
    Maria Bonaria Fanunza Venturi.

    Rispondi
  2. Pat

    Quando Giulia aveva due anni, anche al supermercato, lei apriva le braccia e la bocca per baciare e abbracciare tutti, abbiamo dovuto faticare e non poco per farle capire ( per il suo bene ) di essere un poco meno espansiva e lei ci guardava senza capire con quel sorriso che ci contagiava. Che bello quando i bambini nascono con quel qualcosa in più che riesce a penetrarti nelle fibre.

    Ciao, allora siamo tornati e spero con idee e ispirazioni a iosa.
    bacio a tutti e buon anno scolnuovo.

    Pat

    Rispondi
  3. admin Autore articolo

    @Maria Bonaria

    Grazie a te e…continuiamo a stare accanto ai bambini sicuramente avremo dei bei vantaggi e degli utili insegnamenti

    Ciao

    Rispondi
  4. teresa

    in questo mondo dove tutto sfugge e fugge il saluto di TIZIANO ci riporta un poco alla realtà e ad andare con la giusta lentezza e con il giusto SORRISO!
    Grazie Giovanni per tutto ciò che ci regali, buon lavoro e ciao TIZIANO.

    Rispondi
  5. Vittoria

    domani si ricomincia…. e nel nido dove lavoro avrò bambini dell’età di Tiziano. Il suo saluto sarà il mio saluto ai bimbi che arriveranno. Grazie Giovanni.

    Rispondi
  6. Laura

    Grazie Gio, mentre leggevo già la mia mente immaginava Tiziano in tutta la sua bellezze. la testina, la boccuccia e soprattutto la vocina come un lungo soffio di vento che dalla morbida pancina gonfia le guangette ed esce decisa e piena. oggi sono felice di portarmi dentro questa semplice e genuina immagine di vita.

    Rispondi
  7. nonnAnna

    I bambini ci danno spesso delle lezioni di vita molto significative, peccato che non sempre siamo in grado di soffermarci ed apprenderle!!!
    Con l’entusiasmo e la gioia di Tiziano auguro a tutti tante serene giornate

    Rispondi
  8. rita disco

    Grazie per queste tue favole, Giovanni.
    Grazie per le tue storie vere, per gli incontri che ci fai fare senza viaggiare…
    Certo che dobbiamo dire grazie a questo mezzo senza il quale le “nostre” ( di tante persone meravigliose…) vite non si sarebbero mai incrociate…
    Un abbraccio e …un bacio a Tiziano quando lo incontrerai di nuovo!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *